L'Aeroporto



L’aeroporto Gianni Caproni di Trento si trova a sud dell’abitato di Trento, circondato dalle splendide montagne della valle dell’Adige, è un ottimo punto d’approdo per visite alla città, gite sulle montagne trentine o nella splendida cornice del lago di Garda.

La storia

L'aeroporto di Trento è strato costruito nel 1914 dagli Austriaci, a Gardolo tra la ferrovia e il fiume Adige. Ospitò fino a 50 aerei e fu bombardato dall’aviazione italiana nel 1916 e nel 1918. Gli aerei furono incendiati il 4 novembre 1918, in concomitanza con la rotta austro-ungarica. Nel dopoguerra divenne scalo di una linea civile internazionale, quindi sede dei cantieri aeronautici Caproni e centro di collaudo. Durante la seconda guerra mondiale fu utilizzato dalle truppe tedesche.
Nel 1969 l'aeroporto è stato spostato nella sua attuale posizione a sud della città.
Inizialmente gestito dall' Aero Club Trento dal 1987 l'aeroporto è gestito dalla Caproni S.p.A. società creata ad hoc dalla Provincia Autonoma di Trento. Negli anni l'aeroporto ha avuto un continuo sviluppo sia in termini di traffico che di servizi forniti.
Nel 2001 è stato implementato l'impianto voli notte certificato poi nel 2005.
Nel 2007 è entrato in servizio un radiofaro DVOR-DME cui è seguita l'apertura al volo VFR/N per elicotteri.
Dal 2009 la società è stata certificata da ENAC quale Air navigation service provider per la parte ATS (AFIS) e CNS (EANC-ASP-008) e designata (ENAC-DES-ATM-008) quale gestore dello spazio aereo di propria competenza. A seguito della certificazione e della designazione viene attivata l'AFIS unit di Trento e creato l'ATZ.
Dal 2010 la società affianca alla gestione aeroportuale quella delle 15 elisuperfici strategiche della Provincia Autonoma di Trento e del campo di volo del Tonale.
Nel 2013 l'orario di apertura dell'aeroporto e quello di servizio dell'AFIS unit sono stati estesi sulle 24 ore per far fronte alle necessità del Nucleo Elicotteri della Protezione Civile della P.A.T..
Nel 2014 è stata pubblicata una procedure IFR elicotteri.
Attualmente sull'aeroporto sono basati oltre cento velivoli, 2 officine di manutenzione, 3 scuole di volo, il Nucleo elicotteri della Protezione Civile oltre ad alcuni club di volo e svariati velivoli privati.